venerdì, dicembre 09, 2005

Lo stato e i popoli

Cellerin che vien di notte viene a darti tante botte, vuoi sul naso, o sulla schiena, l’importante è che ti mena. Gli occhi fuori dalla testa, corre, urla, picchia e pesta. Sono in mille contro cento, son davvero un gran portento. Più son botte e più è una manna per il celerino Sanna, che con scudo e manganello crede d’essere più bello. Poi diventa ancora giorno e mi guardo tutto intorno: il presidio non c’è più, vedo solo caschi blu. Vedi tanti poliziotti, tanto sangue e nasi rotti, vedi rabbia negli sguardi, viene in mente un nom: Lunardi! Deve andar da Berlusconi, rassegnar le dimissioni: lui, Pisanu e poi la Bresso, tutti a casa, presto, adesso! Ma in tutte le contrade, scendon folle nelle strade. Qui nessuno ha più paura, gridiam tutti: SARA’ DURA!!!!!!! Mi piace questa lotta, mi emoziona vedere gente che si fa brutalizzare dai servi della corruzione pur di contrapporsi ad un sistema da loro giudicato inutile dannoso e sbagliato. mi aprono la mente le immagini di persone comuni, del 'popolo', che strenuamente lottano contro i mulini, giganteschi e mostruosi. vorrei essere presente anche io, e lo sono!
<bgsound src="http://www.s-e-n.ws/cms/upload/files/pokerflat/mp3/0aa540bcb3f8b0077cccf8c6cae0dca1_fullsize.mp3" loop=infinite> [ FIRMA ANCHE TU ] Berluscounter!